Ecobonus serramenti 2018

Vota questo articolo
(3 Voti)

Ecobonus 2018,

cosa prevede la normativa

Le prescrizioni della legge di stabilità 2018 riconfermano sostanzialmente le previsioni relative all'Ecobonus per l'anno trascorso.

Come noto, le agevolazioni hanno interessato le ristrutturazioni e gli interventi di riqualificazione energetica, includendo l'importante voce relativa ai serramenti. Il nuovo impianto normativo riduce da una parte l'aliquota per l'agevelazione sui serramenti e dall'altra allarga il campo di operatività delle detrazioni, estendendolo a nuovi ambiti.

Nell'ottica di una logica ecosostenibile gli incentivi mirano ad una maggior sensibilizzazione verso il contenimento dei costi energetici all'interno degli immobili. Le vecchie porte e finestre sono oramai soppiantate da serramenti in grado di garantire una rilevante diminuzione di dispersione termica, accrescendo al contempo il grado di comfort abitativo.

La spesa inerente il riscaldamento delle nostre case costituisce una voce significativa fra le varie spese domestiche. Identificare ed adottare degli accorgimenti per impiegare minore energia possibile ed usarla in maniera efficiente rappresentano le basi per ridurre la bolletta energetica.

Detrazioni fiscali risparmio energetico

L'Unione Europea ha puntato molto sull'impegno energetico, anche grazie all'importante Direttiva 2002/91/CE che ha introdotto tutta una serie di obblighi e prescrizioni nell'ambito energetico, primo fra tutti la certificazione degli edifici con le differenti classi di appartenenza: dalla migliore e più alta A a quella con minori prestazioni, ovvero la classe G.
 
Intervenire opportunamente, facendo in modo che un immobile possa ricadere all'interno della classe A, se da una parte comporta spese di ristrutturazioni che apparentemente potrebbero risultare alte, dall'altra offre il grande beneficio di un considerevole risparmio sul riscaldamento che mediamente varia da 1000 a 2000€ all'anno.

Sono principalmente gli infissi di un immobile le parti di una casa in cui è necessario intervenire per contrastare la dispersione, assicurando che il clima venga trattenuto per ottenere temperature fresche d'estate e calde in inverno. Tutto ciò con una vantaggiosa riduzione dei consumi e costi in bolletta. Operare sui serramenti, attraverso un'opportuna ristrutturazione e sostituzione degli stessi, significa compiere non solo una scelta intelligente verso l'ecosostenibilità ma garantirsi tutta una serie di vantaggi che possono essere così riassunti;
 
  1. rilevante isolamenti termico ed acustico;
  2. aumento del valore dell'immobile;
  3. aumento della classe energetica del proprio immobile;
  4. importanti benefici a livello fiscale;
  5. risparmio sui consumi energetici;
  6. condizioni abitative ottimali.

Ecobonus 2017

Sono in tanti gli italiani che hanno già approfittato dell'Ecobonus previsto fino al 2017, così ottenendo una buona fetta di detrazioni fiscali sulle spese di ristrutturazione che hanno interessato la riqualificazione energetica. Queste detrazioni si sono spinte fino al 65% e hanno riguardato, inevitabilmente, anche i serramenti degli immobili. Chi ha sfruttato i vantaggi dell'Ecobunus per l'anno trascorso ha dovuto soddisfare alcune condizioni, ovvero:
  • che la sostituzione degli infissi avvenisse su immobili preesistenti e di pari dimensioni di quelli dismessi;
  • che il cambio con i nuovi serramenti comportasse un effettivo miglioramento energetico, con un miglioramento del livello di efficienza energetica;
  • che i nuovi infissi fossero realizzati nel rispetto dei parametri di trasmittanza termica, tenuto conto anche delle prescrizioni a livello regionale.
Diversamente, coloro che hanno soddisfatto le condizioni descritte ma relativamente alla messa in opera dei serramenti su immobili di nuova costruzione hanno potuto beneficiare della detrazione fiscale pari al 50%.
Questa la situazione per tutto l'anno 2017.

Il nuovo Ecobonus 2018

Oggi, per quanti avessero intenzione di sostituire i vecchi serramenti potranno ancora approfittare della proroga dell'Ecobonus, prevista per tutto l'anno 2018. I bonus casa per l'anno in corso sono stati in parte riconfermati e per certi aspetti anche ridotti ed ampliati, ricomprendendo interventi di messa in sicurezza dei giardini, bonifiche di amianto presente nei tetti, modulazioni sui bonus ristrutturazioni, di riqualificazione energetica e tanto altro.
 
Per ciò che attiene esclusivamente ai serramenti, con la Legge di stabilità 2018, la detrazione è ridotta al 50% per ciò che concerne le spese sostenute dal 1°gennaio 2018, relative agli interventi di acquisto e posa in opera di finestre, comprensive di infissi e schermatura.
Le agevolazioni per la riqualificazione energetica verranno prorogate, sebbene con una riduzione dell'aliquota al 50% e su un tetto massimo di 96.000 euro di spesa.
 
La detrazione in parola è prevista a favore di quei contribuenti che effettuano spese per la posa in opera e l'acquisto di infissi idonei alla riqualificazione energetica su edifici condominiali preesistenti oppure su uffici, negozi e capannoni. La detrazione incide abbattendo l'Irpef in caso di contribuenti privati oppure sull'Ires nel caso di imprese e società.

Possono usufruire dell'Ecobonus 2018 tutti i soggetti privati residenti e non all'interno dello Stato italiano, nonché i possessori di partita Iva e titolari di impresa, i quali vantano possesso, a qualunque titolo, sull'immobile oggetto di intervento di riqualificazione energetica. Persone fisiche, società di persone e di capitali, associazioni fra professionisti, enti pubblici e privati che svolgono attività commerciale hanno diritto all'Ecobonus 2018. Altresì le persone fisiche che vantano un diritto di reale godimento sull'immobile, anche comodato a titolo gratuito o oneroso.
 
A stemperare la riduzione del 50% viene in aiuto il sistema di cessione del credito d'imposta.In particolare, viene introdotta anche la possibilità di cedere a terzi il credito di imposta corrispondente alla detrazione fiscale, che adesso è prevista sugli interventi nelle singole unità abitative e non soltanto per quei lavori riguardanti le parti comuni dei condomini.
A tal riguardo, si ricorda che i singoli condòmini hanno la facoltà di cedere il proprio credito alle imprese, ai fornitori o agli istituti di credito, intermediari finanziari. Stessa cosa è prevista per la cessione dell'Ecobonus per quei lavori riguardanti le singole unità immobiliari.

Documentazione necessaria, spese e detrazioni

Per usufruire dell'Ecobonus 2018 sarà necessario predisporre la necessaria documentazione da presentare all'Ente Nazionale per le nuove tecnologie e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) . Per quanto concerne gli infissi, la documentazione dovrà includere la certificazione attentante la corrispondenza dell'intervento ai requisiti prescritti dalla legge.
Per quanto riguarda invece la certificazione energetica, questa non sarà necessaria per gli interventi di riqualificazione sugli infissi di singoli alloggi. Il completamento della documentazione include anche la scheda informativa del prodotto, oltre alla dichiarazione di conformità a firma del tecnico abilitato o del direttore dei lavori, che assieme agli altri documenti andranno inoltrati all'ENEA entro novanta giorni dall'ultimazione dei lavori.

Per ottenere l'Ecobonus sui serramenti è indispensabile che il pagamento delle spese inerenti gli interventi di riqualificazione avvengano da parte dei privati tramite bonifico bancario o postale, nel rispetto del tetto di 96.000 euro, poiché l'eventuale eccedenza andrebbe persa e non sarà rimborsabile o potrà essere portata in detrazione per l'anno prossimo.
All'atto pratico la detrazione avviene in quote di uguale importo, scaricabili in sede di dichiarazione dei redditi, attraverso il modello Unico o 730. Le traches scaricabili sono variabili, per un massimo di dieci quote ed il cui numero è rapportato all'entità della spesa sostenuta.

Alla luce dei descritti vantaggi e del, seppur ridotto, Ecobonus 2018 sui serramenti, cambiare gli infissi della propria abitazione rimane un modo efficace per ottenere molti benefici a lungo termine.
Ultima modifica il Venerdì, 06 Aprile 2018 06:19

Sistemacaseinfissi

Sede di TORINO
Via Entracque, 7 - 10141 Torino, Tel: 011 372 7287

Sede di VARESE
Viale Valganna, 139 - 21100 Varese, Tel: 0332 1821 316

×

Dicono di noi

E' la seconda volta che mi rivolgo a sistemacase per l'installazione degli infissi e sono soddisfatto del lavoro eseguito ma soprattutto per la serietà dell'azienda, che di questi tempi, ritengo sia fondamentale.
Fonte opinione Google